XXI Mostra Bonsai e Suiseki


Garden Oltre il Verde, Cernusco sul Naviglio, 12 e 13 ottobre 2019

organizzazione: Bonsai Club Amici del Verde


La XXI° Mostra Coordinamento Bonsai Piemonte-Lombardia si terrà presso il Garden Oltre il Verde a Cernusco sul Naviglio, 12 e 13 ottobre 2019

 

Il COORDINAMENTO BONSAI PIEMONTE-LOMBARDIA comprende una trentina di club (tra cui alcuni anche della Liguria e del Canton Ticino – CH) che, insieme, promuovono la cultura del bonsai e del suiseki con manifestazioni di vario genere che vanno dalle mostre, ai concorsi per il miglior bonsaista a dibattiti su temi bonsai e suiseki. Lo scopo è quello di creare opportunità d’incontro, favorire lo scambio di esperienze, incentivare la partecipazione degli amatori a manifestazioni di alto livello.

 

LA MOSTRA DEL COORDINAMENTO

Ogni anno un Club del coordinamento si prende in carico l’organizzazione del principale evento che è appunto la “Mostra del Coordinamento”: per quest’anno il testimone è passato al BONSAI CLUB AMICI DEL VERDE. La mostra, le dimostrazioni e le conferenze sono tutte ad ingresso gratuito.

 

IL LUOGO

 

...

 

GLI EVENTI COLLATERALI

 

...

 

PREMI

I premi in palio sono complessivamente 16:

  • Premio ai 3 migliori bonsai categoria conifere; h > 46cm
  • Premio ai 3 migliori bonsai categoria latifoglie (compresi fiori e frutti); h > 46cm
  • Premio ai 3 migliori chuhin/kifu/shohin; altezza inferiore a 46 cm
  • Premio miglior suiseki
  • Targa Presidente UBI
  • Premio IBS – miglior bonsai
  • Premio IBS – miglior suiseki
  • Premio Bonsai Club Amici del Verde al miglior bonsai
  • Premio Bonsai Club Amici del Verde al miglior suiseki
  • Trofeo Antonella Cairoli

 

PATROCINI

La mostra è patrocinata da UBI Unione Bonsaisti Italiani, IBS Collegio Nazionale Istruttori del Bonsai e del Suiseki, Comune di Cernusco sul Naviglio.

Programma



DIMOSTRAZIONI & LABORATORI


Will Baddeley


Sabato 12 ottobre - ore 14.30-18.30

Dimostrazione


Domenica 13 ottobre

Dimostrazione

ore 9.30-12.30 - prima parte

ore 14.30-17.00 - seconda parte

 


Da quando ricordo, ho sempre avuto un grande apprezzamento per la natura. La mia passione per gli alberi è nata molto prima che mi imbattessi nel Bonsai.

Il mio primo albero è stato raccolto in una stazione di benzina nel 1997. Non durò a lungo. Ma nel frattempo ho comprato un libro di Colin Lewis e sono rimasto entusiasta dell'idea di usare alberi autoctoni per fare Bonsai. Ho quindi raccolto il maggior numero possibile di specie di alberi, acquistato il maggior numero di libri che potevo permettermi e mi sono iscritto a un club locale.

Nel 2001 il mio club mi ha iscritto al New Talent Competition. Ho vinto il concorso del Regno Unito e ho rappresentato il mio Paese a Trevarez, in Francia al concorso europeo, nel 2002, arrivando terzo. Sono autodidatta, osservo, mi impegno e raccolgo informazioni come una spugna. Le mie principali influenze arrivano da artisti del calibro di Colin Lewis e dalla sua passione per le piante autoctone e in particolare per l'olmo minore, come pure da Kevin Willson e il suo lavoro con materiale raccolto e legna secca lavorata con utensili elettrici.

Il mio interesse principale per Bonsai è lavorare con le nostre specie arboree native europee e anche nella creazione di legna secca dall'aspetto naturale su alberi decidui con l'uso di elettroutensili e bisturi.

Ho esposto i miei alberi alla Ginkgo Awards del 2007, al Noelanders, al Best of British e Joy of Bonsai. Due dei miei alberi sono nel registro de "Important British Bonsai". Da allora ho condotto seminari regolari e una scuola di bonsai in un vivaio di bonsai locale. Negli ultimi 3 anni ho avuto la fortuna di essere stato invitato a lavorare di nuovo con gli studenti in Danimarca al Bonsai Nan Kai ed a tenere una demo di intaglio all'evento Burrs organizzato da Tony Tickle. Ho tenuto dimostrazioni per l'Associazione Bonsai Belgio, Nordic Bonsai in Danimarca, Best of British, e tenuto lezioni di scultura con Yannick Kiggen e i suoi membri del club ad Hamont in Belgio e ho tenuto seminari in molti club in tutto il Regno Unito. Adoro trasmettere alcune delle mie conoscenze agli amatori in altri Paesi e acquisire anche alcune delle loro tecniche e metodi. Il Bonsai è molto importante per me sia artisticamente che spiritualmente.



Francesco Zorzi


Sabato 12 ottobre, ore 16.30-16.30

Conferenza sugli shohin


Il bonsai entrò nella mia vita all’età di 18 anni quando mi venne regalata una piantina di olmo cinese.

Da quel momento,incuriosito da quel piccolo albero, intrapresi un percorso da autodidatta fino a quando, 4 anni fa , visitai una mostra bonsai.

Affascinato da quelle splendide opere d’arte decisi di partecipare ad un corso base e subito dopo di iscrivermi alla scuola Bonsai Time di Giorgio Castagneri al fine di intraprendere un percorso bonsai stico sotto la guida attenta e preparata di un maestro che mi ha trasmesso le tecniche di coltivazione, di impostazione e rifinitura da lui apprese durante le sue visite presso il maestro Kobayashi in Giappone.

Oltre alla tecnica mi è stato trasmesso il rispetto per le piante stesse: mai operare lavorazioni che mettano a rischio la salute della pianta stessa.

Insieme a persone con cui è stato creato un gran bel gruppo di lavoro e di amici con cui confrontarsi ho appreso l’idea di non considerarsi mai arrivati, ma anzi di imparare ogni giorno per incrementare il nostro bagaglio bonsai stico.

Per questo motivo partecipai nel 2010 ad un work shop con il maestro Isao Omachi e nel 2011 ad un Work shop con Ryan Neel.

Nel 2010 partecipai come assistente di Giorgio Castagneri alla dimostrazione tra istruttori alla mostra Triveneto e l’Albero Incantato a Feltre.

Nel 2011, dopo aver partecipato alla dimostrazione tra scuole con altri due allievi al congresso UBI di San Remo, insieme a un altro allievo della scuola partecipai alla dimostrazione tra scuole riconosciute alla Mostra d’autunno alla città dei Ragazzi di Roma; a settembre dello stesso anno partecipai come assistente dell’istruttore spagnolo Miguel Angel Gonzales alla Mostra Nazionale Bonsai e Suiseki Giareda e nel mese di ottobre sono stato coinvolto da Giorgio Castagneri, come suo assistente durante un work shop da lui tenuto presso la scuola di Bonsai a Benalmadena in Spagna.

Nel 2012 durante il XVI Congresso UBI di Arcobonsai partecipo e, con grande soddisfazione, vinco il “Talento Italiano 2012”.

Considero questo successo un punto di partenza e non un punto di arrivo, vivendolo come grande stimolo alla mia crescita e a quella del nostro settore. Per concludere ringrazio il mio maestro e il consiglio direttivo Ubi per il loro lavoro nel diffondere questa magnifica arte.



Luigi Maggioni

Domenica 13 ottobre, ore 10.00-12.30

Conferenza: come esporre gli shohin




Ivo Saporiti


Domenica 13 ottobre, ore 14.30-17.30

Demo/conferenza


Nasce a Tradate (VA) nel 1972. All'età  di 18 anni si avvicina al bonsai, prima come autodidatta, poi affiancandosi a veterani conoscitori dell'arte, acquisisce significative esperienze su essenze autoctone.

Nel 2001, crea un sito amatoriale col quale vuole condividere le proprie esperienze, aprendosi al mondo di internet. In pochi mesi Bonsaiclub.it diventa il primo portale italiano sul bonsai, punto di riferimento per molti appassionati non professionisti.

Nel 2003 al sito esistente affianca un negozio on-line e grazie alla sua competenza riscuote successo e simpatia, guadagnandosi la fiducia di clienti che lo contattano da tutta Italia.

Nel 2004, conosce Enrico Savini e Stefano Frisoni (istruttori IBS) fondatori della scuola bonsai Progetto Futuro, al quale si affida per mettere a fino le proprie conoscenze nel campo del bonsai e per imparare le tecniche moderne di lavorazione e modellatura.

Tra il 2004 ed il 2005, collabora con la scuola bonsai Progetto Futuro, alla realizzazione di alcuni filmati didattici sulla lavorazione del bonsai, inoltre scrive per se e per conto di altri professionisti del settore, una serie articoli destinati ad essere pubblicati sulle più autorevoli riviste del settore.

Nel 2005, sono i suoi stessi istruttori a proporgli di aprire una sede della loro scuola in Lombardia ed è cosi che a Tradate (VA), nasce un nuovo distaccamento della scuola, dove offre insegnamenti, ed organizza corsi bonsai, rientrando così tra i professionisti del bonsai.

Nel 2007, vince il premio Talento Italiano 2007, durante il concorso organizzato al XI congresso UBI.

Nel 2008, vince il premio per il Talento Europeo EBA 2008, diviene consigliere di UBI Unione Bonsaisti Italiani.

Sempre nel 2008, viene ammesso al collegio Istruttori Bonsai IBS.





Ezio Piovanelli

Sabato 12 ottobre - ore 16.30-18.00

Visita guidata all'esposizione dei suiseki 


Si avvicina all’arte del Bonsai e del Suiseki con forte motivazione e grande passione.

Dal 1994 segue corsi e dimostrazioni dei più noti ed esperti nell’arte del Suiseki iniziando un percorso di apprendimento che lo ha portato ad una crescita artistica personale.

Nel 1998 incontra Franco Saburri col quale nasce una profonda amicizia; da lui apprende stile e tecnica di esposizione. Assieme discutono ed approfondiscono tematiche del Suiseki giapponese e di come proporlo al pubblico italiano ed europeo.

Concorre in varie manifestazioni ricevendo premi e riconoscimenti (1° premio UBI 2004; 2° premio UBI 2002; 2° premio AIAS 2005; Premio BCI 2005).

Realizza le sue opere con materiali collezionati nel corso del tempo, provenienti da siti esclusivi e non conosciuti di varie regioni d’Italia.

Attualmente vanta una collezione di circa 130 pezzi unici in quanto a qualità*, forma e colore.

Le sue opere appaiono su riviste e cataloghi nazionali ed internazionali.

Istruttore IBS dal 2003.



Mostra katane giapponesi


Collezione Francesco Artifoni


La katana è la spada giapponese per antonomasia. Anche se molti giapponesi usano questa parola per indicare genericamente una spada, il termine katana si riferisce più specificamente ad una spada a lama curva e a taglio singolo, di lunghezza superiore a 2 shaku (60 centimetri circa), usata dai samurai.